Ritorna ad una visualizzazione normale
 

Pronto Soccorso BT

Invia ad un amico
stampa
 
Contatti

Segreteria  
Sig.a Mara Residori
Sig.a Nicoletta Scandola
Sig.a M. Grazia Zen
Tel. 045 8121232/1262
Fax.045 81232272

Orario per eventuali contatti con la segreteria
Nei giorni feriali, dalle ore 8 alle ore 15

Altri numeri e contatti utili
0458122120

Dove siamo

Polo Chirurgico Pietro Confortini:
-ingresso con mezzi (ambulanza, auto propria) da lungadige attiraglio;
-ingresso pedonale da piazzale stefani, percorrere il viale che costeggia il Polo e seguire le indicazioni stradali.

 

Ospedale Borgo Trento
P.le A. Stefani 1, 37126 - Verona Mappa dell'Ospedale
 
Orari di visita

Modalità di accesso per utenti esterni
L'accesso H 24; 7 giorni su 7 ,al PS può avvenire secondo le seguenti modalità:
-118
-Guardia Medica
-Altro PS di ospedali periferici
-Richiesta del medico curante
-Autonomo del paziente

Altro (specificare)
Pratiche INAIL

Clienti esterni
-Consegna verbale dell'accesso in PS brevimanu;
-Ritiro CD diagnostica per immagini in segreteria della radiologia del Polo Confortini dal lunedi al venerdi dalle ore 8 alle ore 13.

 

Per prenotare

CUP (Centro Unico Prenotazioni) tel. 045 8121212

_ _ _

Scarica APP Pronto Soccorso

 

Referente Dott. Mariano Belloni
Tel 045 812 1262
Fax. 045 812 2116
E.mail pronto.soccorso.bt@aovr.veneto.it

Équipe medica
è costituita da tutto il personale medico a rotazione come da turnazione

Dott. Mariano Belloni            
Dott. Elisa  Bonello           
Dott. Manuela Bonito              
Dott. Serena Bonomo          
Dott. Costantino Caroselli     
Dott. Marco Coatto
Dott. Alessandra Consolaro     
Dott. Letizia Del Monte       
Dott. Emanuela De Luca
Dott. Andrea Galasso  
Dott. Silvio Girardi
Dott. Marco Lo Muzio   
Dott. Francesco Manara   
Dott. Stefania Menegazzi
Dott. Silvia Pachera   
Dott. Michela Pavan
Dott.Paola Perfetti
Dott. Federica Pitoni
Dott. Stefania Puglisi
Dott. Giorgio Ricci
Dott. Alberto Rigatelli
Dott. Cristian Segattini
Dott. Domenico Veraldi
Dott. Paola Vignola
Dott. Massimo Zannoni
Dott. Germana Zerman

Coordinatore

Sig.a  Luigina Longo
Tel. 0458122118
Fax 0458122258

Il personale infermieristico presente in PS come da turnazione predisposta dal Coordinatore è costituito da:

-58 Infermieri
-10 OSS
-3 Assistenti di sala
 

Sezione di Tossicologia Clinica:
fornisce 24 ore su 24 consulenze per la gestione di qualsiasi quadro di intossicazione acuta, anche per pazienti esterni. Questa struttura, convenzionata con il Centro nazionale di Informazione Tossicologica di Pavia, è attualmente l'unica operante nel  Triveneto ed effettua consulenze telefoniche, consulenze ed assistenza terapeutica   al letto del malato; è in grado inoltre di eseguire un follow-up dell'intossicato , di inviare materiale di documentazione e di fornire attività di formazione.

PRESENTAZIONE

Descrizione della struttura
L'Unità operativa di Pronto Soccorso generale del presidio ospedaliero di borgo trento fa parte del DAI di EMERGENZA E TERAPIE INTENSIVE.
L'Unità operativa di Pronto Soccorso generale è la struttura organizzativa dell’emergenza-urgenza deputata agli interventi necessari alla stabilizzazione del paziente e agli altri interventi diagnostico-terapeutici e clinico-strumentali di urgenza.
Il Pronto Soccorso dell’ Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona è in grado di garantire 24 ore su 24, tutte le prestazioni necessarie in caso di emergenza – urgenza ed è tenuto altresì a fornire risposta ad ogni utente che si presenti con una richiesta giudicata comunque differibile, condividendo la missione istituzionale dell' AOUI per il raggiungimento del più elevato livello di risposta alla domanda di salute.
AREA DI ATTESA
L'area dedicata all'attesa dei parenti/accompagnatori e degli utenti ambulanti o in sedia è adeguata agli standard di comfort previsti, non prevede la sosta in attesa di barelle per motivi di spazio che di rispetto e privacy. L'attività di accoglienza, nelle ore diurne 9-21, viene espletata da personale qualificato ed adeguatamente formato. Il personale di accoglienza indirizza gli utenti, che giungono a piedi, al triage e fornisce informazioni di vario tipo. Le zone di attesa sono dotate di panelli informativi sull'attesa e da monitor televisivi con funzione di intrattenimento. Trovano collocazione in questi spazi distributori di generi di conforto vari.
TRIAGE
L'area di triage/accettazione rappresenta un nodo particolarmente importante e delicato in quanto in essa vengono eseguite l'identificazione/registrazione dell'utente e la valutazione infermieristica per l'assegnazione del codice di priorità di visita con successiva collocazione dell'utente nell'area di trattamento più idonea: area a maggior intensità (ROSSI-GIALLI) oppure area a minor intensità (VERDI-BIANCHI), in relazione anche alla disponibilità di una postazione.
Se l'utente giunge in PS a mezzo Ambulanza, il personale fa accedere la barella dall'ingresso dedicato alle emergenze della camera calda e procede al cambio barella all'interno dei locali de PS. I famigliari vengono indirizzati nella sala d'attesa e avvisati che potrebbero essere chiamati per fornire notizie.
L'infermiere di triage prende in consegna il paziente dal personale dell'Emergenza Territoriale ed esegue la valutazione infermieristica: posizionando il paziente all'interno del triage per l'esecuzione della valutazione o direttamente alla barella.
Al termine della valutazione verrà assegnato il codice della priorità
L’identificazione del paziente e l’assegnazione della priorità d’ingresso (secondo codice colore) sono affidate a personale infermieristico adeguatamente preparato ed addestrato.

Il PS è suddiviso in due grandi aree, quella giallo rossa, dedita alle emergenze urgenze e l’area bianco verde dedicata ai casi differibili.
La prima consta di 5 sale visita di cui due per un eventuale isolamento, di una sala (open space) per l’osservazione prolungata dei malati con 8 posti misti dotati delle più moderne attrezzature e di uno spazio per il trattamento intensivo  dei pazienti critici : shock room. In tale ambito si esplica l'attività del MET ( Medical Emergency Team): trattasi di un servizio attivato dal personale di triage su segnalazione della centrale operativa del 118: in caso di codice rosso si realizza la rapida convergenza in Shock room del medico di PS, del medico rianimatore di turno e di un'equipe infermieristica composta da elementi del PS e della Rianimazione che interagiscono nella gestione del caso.
L’area bianco verdecomprende 8 ambulatori, di cui 3 per le consulenze e una sala d’attesa per l’osservazione di pazienti già visitati. In questa area si effettua la visita medica dei codici a minore priorità (verdi-bianchi), che costituiscono tuttavia la maggior percentuale di pazienti visti in PS.
La mission del PS impone di attivare al meglio percorsi in grado di portare a rapida ed efficace soluzione i problemi dell'utenza. Per rispondere a questa esigenza si sono costruiti dei percorsi brevi per alcune problematiche chiamati:
Fast Track: onde abbreviare i tempi di attesa per pazienti con problematica minore relativa a questioni oculistiche, dermatologiche, otorino, ortopediche, si è attivata una modalità rapida di accesso al servizio in oggetto, senza seguire la normale lista d'attesa. L'indicazione a questa via preferenziale è stabilita dall'infermiere di triage.
Consulenze: tutte le consulenze vengono svolte presso il PS.
Pronto Soccorso Ortopedico: struttura adiacente al PS centrale, agisce in maniera autonomo ma coordinata con quest'ultimo.

ATTIVITÀ

Criteri di Priorità
Al PS i criteri di priorità di accesso alla prima visita in ambulatorio, sono stabiliti dal Codice Colore assegnato dall'infermiere al Triage all'arrivo del paziente. Questi criteri sono accettati e condivisi sia a livello Nazionale che Internazionale.
I codici in ordine di priorità sono:
- Rosso = Emergenza (paziente gravissimo, in pericolo di vita);
- Giallo = Urgenza (paziente grave, ma non in pericolo di vita);
- Verde = Urgenza differibile (paziente che può attendere senza che sia compromesso il suo stato di salute);
- Bianco = Non urgente (paziente che afferisce al PS per patologie gestibili anche diversamente, ad esempio tramite il medico di Base).

Il paziente che viene messo in attesa dall'infermiere di triage con codice a bassa priorità (verde-bianco) viene tuttavia periodicamente rivalutato dall'infermiere stesso (oppure lo stesso paziente o un famigliare possono richiedere una rivalutazione dei parametri per un “peggioramento” della sintomatologia). Dopo tale rivalutazione è responsabilità dell'infermiere di triage confermare o modificare il codice di priorità.

ATTIVITÀ PARTICOLARI

Percorsi
Sindrome Coronarica Acuta
Politrauma
Stroke
Intossicazioni
Ustioni

La Direzione dell'Unità Operativa, in sintonia con le funzioni relative a Formazione e Didattica Aziendali, ha da sempre prestato molta attenzione alla formazione del personale sia medico che infermieristico in collaborazione con il servizio per lo Sviluppo della Professionalità e l'Innovazione e il Centro di Simulazione Practice  dell'Azienda, prevedendo corsi certificati di:
BLS-D (Basic Life Support)
ALS (Advanced Life Support)
AHLS (Advanced Hazmat Life Support)
Corsi di primo soccorso in base al DL 388

E' prevista la frequenza del PS agli specializzandi della scuola di specialità in Medicina d'urgenza, nonché ai laureandi in medicina, ai medici del corso  di formazione in Medicina generale e agli studenti delle scuole medie superiori.