Ritorna ad una visualizzazione normale
 

Principi fondamentali

Invia ad un amico
stampa
 

I principi fondamentali che improntano l'attività dell'Azienda Ospedaliera sono:

  • uguaglianza dei diritti dei cittadini
  • imparzialità e trasparenza
  • diritto di scelta
  • continuità delle cure
  • diritto di accesso
  • partecipazione
  • efficienza ed efficacia.

 

UGUAGLIANZA

La programmazione ed organizzazione delle prestazioni e gli stili di comportamento degli operatori dell'Azienda Ospedaliera sono ispirati al principio di uguaglianza dei diritti dei cittadini.
Coerentemente a tale principio, nessuna discriminazione può essere compiuta per motivi riguardanti il sesso, la razza, la lingua, la religione, le opinioni politiche, la condizione sociale, la condizione fisica o psichica. Tale principio significa l'impegno ad evitare ogni ingiustificata discriminazione e non uniformità delle prestazioni sotto il profilo delle condizioni personali e sociali (in quanto le modalità di erogazione delle prestazioni vengono adeguate alle esigenze del singolo utente).
Per consentire a tutti i cittadini uguale opportunità di fruizione dei servizi e delle prestazioni, l'Azienda Ospedaliera si impegna ad assicurare un'informazione diffusa e ad eliminare gradualmente gli eventuali ostacoli al pieno esercizio del diritto all'uguaglianza.
In particolare, l'Azienda Ospedaliera s'impegna a adottare tutte le iniziative necessarie per adeguare le modalità di informazione, di accesso e di servizio alle esigenze degli utenti portatori di handicap.



IMPARZIALITÀ e TRASPARENZA

Il comportamento degli organi e degli operatori dell'Azienda Ospedaliera nei confronti dei cittadini-utenti è ispirato a criteri di trasparenza, obiettività, giustizia ed imparzialità.
Le liste di attesa sono gestite dai Responsabili delle singole unità operative in ordine cronologico, fatte salve le patologie di particolare gravità ed urgenza. I cittadini possono rivolgersi alle Dirigenze Mediche dell'Ospedale Civile Maggiore, dell'Ospedale Policlinico "Giambattista Rossi" e dell'Ospedale di Valeggio sul Mincio o all'Ufficio Relazioni con il Pubblico per richiedere notizie sulle prestazioni e sui relativi tempi di attesa.
Non è dovuto alcun compenso al personale dell'Azienda Ospedaliera per tutte le prestazioni di assistenza erogate a carico del Servizio Sanitario Nazionale.
L'attività libero professionale svolta all'interno degli ospedali è regolamentata da precise norme interne pubblicizzate attraverso appositi canali informativi.
Per ogni prestazione in libera professione viene sempre rilasciata all'utente regolare ricevuta attestante il pagamento.

 

DIRITTO DI SCELTA

Nell'ambito delle prestazioni specialistiche ambulatoriali e diagnostiche erogate dall'Azienda Ospedaliera, il cittadino ha libertà di scegliere l'ambulatorio o il laboratorio per l'erogazione della prestazione, esercitando il proprio diritto di scelta in rapporto alle corrette informazioni fornitegli sui servizi erogati.
A tal fine presso l'Azienda Ospedaliera è istituito l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P.) con il compito anche di fornire al pubblico, di persona o telefonicamente, le informazioni utili sulle prestazioni e sulle modalità di accesso ai servizi.

 

CONTINUITÀ DI CURA

L'Azienda Ospedaliera predispone che i servizi legati all'urgenza ed emergenza siano attivi 24 ore su 24; tutti gli altri servizi sono predisposti in modo da garantire prestazioni continue, regolari e senza interruzioni.
Qualora il funzionamento sia irregolare o si debba interrompere l'erogazione del servizio e/o delle prestazioni, i cittadini sono tempestivamente informati dei motivi dell'interruzione e vengono adottate tutte le misure necessarie per assicurare il minor disagio possibile.

 

DIRITTO DI ACCESSO

Il cittadino ha diritto di accesso alle informazioni che lo riguardano in possesso dall'Azienda Ospedaliera; tale diritto è esercitato secondo le modalità disciplinate dalla legge 7 agosto 1990, n. 241 il cui regolamento di attuazione è stato adottato con delibera n. 2323 in data 28.09.1993.
Per quanto riguarda la tenuta ed il rilascio di documentazione sanitaria si veda il capitolo "Modalità di rilascio di copia di cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria".

 

PARTECIPAZIONE

Il cittadino e le Associazioni di Volontariato e di Tutela dei cittadini, tramite l'Ufficio Relazioni con il Pubblico, possono produrre memorie e documenti, prospettare osservazioni, formulare suggerimenti per il miglioramento della gestione dei servizi, dell'erogazione delle prestazioni, delle procedure di accesso, delle procedure di pagamento delle tariffe e di consegna dei referti a cui l'Azienda Ospedaliera darà immediato riscontro. A tale riguardo si veda anche il capitolo "Tutela del cittadino".
L'Azienda Ospedaliera garantisce ai cittadini e alle Associazioni di Volontariato e di Tutela dei cittadini la partecipazione ai processi di verifica sull'erogazione dei servizi anche per favorire la collaborazione con l'istituzione pubblica.
L'Azienda Ospedaliera acquisisce periodicamente la valutazione dell'utente circa la qualità del servizio reso (Costumer Satisfaction).
La valutazione avverrà sia nella fase di prenotazione ed erogazione della prestazione, sia a prestazione avvenuta.
L'Azienda Ospedaliera favorisce all'interno della propria struttura la presenza e l'attività degli organismi di Volontariato e di Tutela dei diritti degli utenti.

 

EFFICIENZA ED EFFICACIA

L'Azienda Ospedaliera programma i servizi secondo criteri di efficacia ed efficienza che costituiscono elementi di qualità dell'assistenza.
Si impegna, inoltre, a razionalizzare, ridurre e semplificare le procedure di accesso ai servizi, di prenotazione delle prestazioni, di pagamento delle tariffe e di ritiro della documentazione sanitaria anche consentendone l'invio a domicilio.